Arabia Saudita triplica IVA per far fronte a crisi economica

2017-06-21T224059Z_935330554_RC1B031EA860_RTRMADP_3_SAUDI-SUCCESSION-SON

L’Arabia Saudita si appresta a triplicare l’equivalente dell’IVA, che passerebbe dal 5% al 15% e a sospendere un’indennità mensile per il costo della vita riconosciuta (circa 270$) ai dipendenti statali.

Queste misure rientrano nella nuova strategia del governo per mettere in sicurezza le finanze dello stato, poste sotto un forte stress a causa del calo dei prezzi del petrolio dovuto ad un crollo della domanda, frutto della pandemia e della recente over produzione in seguito alla guerra tra il Regno Saudita e la Federazione Russa per la spartizione delle relative quote di mercato.

Il Ministro delle Finanze di Riyadh, Mohammed al-Jadaan, ha annunciato che l’incremento diverrà esecutivo a partire dal’1 Luglio, mentre l’indennità verrà sospesa già a partire da Giugno.

Tuttavia, le misure di austerity potrebbero non limitarsi alle due elencate sopra ma potrebbero comprendere tagli al budget per la maggior parte dei Ministeri, il che potrebbe tramutarsi in una sospensione di progetti fino ad un totale di 30 miliardi di dollari. Tali misure potrebbero quindi compromettere nel breve-medio termine i piani di riforma economica lanciati dal Principe Ereditario Mohammed bin Salman.

Nato a Catania nel 1994, mi sono laureato in Relazioni internazionali e Business Management presso il King's College di Aberdeen in Scozia.

Da sempre appassionato di Geopolitica, Diplomazia, Storia ed Intelligence. Insieme ad Alberto e Riccardo ho avuto il piacere di seguire per Election Day gli eventi elettorali più importanti degli ultimi 5 anni, alcuni dei quali sono convinto, ridisegneranno gli equilibri politici dei prossimi 100.

Se acquisti su Amazon (frequentemente o sporadicamente), puoi aiutare Election Day accedendo al popolare sito di e-commerce cliccando sul banner riportato di seguito

. Tu pagherai lo stesso importo per l’oggetto che intendi acquistare, Election Day potrà contare su una piccola (ma importante) percentuale sulla somma spesa a titolo di commissione.