Trump, via libera all’impeachment dalla Camera dei Rappresentanti

La Camera dei Rappresentanti ha posto in stato d’accusa il Presidente Donald Trump, che ora dovrà essere giudicato dal Senato.
Se meno dei 2/3 dei senatori voterà per ritenerlo colpevole, il capo dello stato resterà in carica. Al contrario, Trump verrà rimosso e il suo incarico verrà assunto dal Vicepresidente Mike Pence.

Si tratta del terzo presidente americano finito sotto impeachment, dopo Andrew Johnson nel 1868 e Bill Clinton nel 1998 (Nixon si dimise prima del voto).

I capi d’accusa concernono l’abuso di potere, per aver pressato il Presidente ucraino Volodimir Zelenskij affinché aprisse un’inchiesta sui Joe Biden in cambio di 391 milioni di dollari in aiuti militari già varati, e l’ostruzione al Congresso, per cui Trump avrebbe intralciato l’inchiesta.

Il primo articolo d’impeachment è stato approvato con 230 voti favorevoli e 197 contrari mentre il secondo con 229 voti a favore e 198 contrari.

Non si è fatta attendere la replica del Presidente Trump che ha accusato i Democratici di commettere “un assalto contro l’America e i repubblicani”.

Nato nel 1997, studio Giurisprudenza all’Università Federico II di Napoli.

Cresciuto col dogma “il sapiente è colui che sa di non sapere”, amo acculturarmi di tutto ciò che mi capiti sotto mano.
Pallino di storia, politica, comunicazione e trading azionario.

Se acquisti su Amazon (frequentemente o sporadicamente), puoi aiutare Election Day accedendo al popolare sito di e-commerce cliccando sul banner riportato di seguito

. Tu pagherai lo stesso importo per l’oggetto che intendi acquistare, Election Day potrà contare su una piccola (ma importante) percentuale sulla somma spesa a titolo di commissione.